Elisabetta Woodville

Опубликовано в articoli

Il matrimonio yorkista

← Versione meno recenteVersione delle 21:01, 24 giu 2013
Riga 35:Riga 35:
 
=== Il matrimonio yorkista ===
 
=== Il matrimonio yorkista ===
 
[[File:Edward IV Plantagenet.jpg|200px|thumb|Edoardo IV re d'Inghilterra]]
 
[[File:Edward IV Plantagenet.jpg|200px|thumb|Edoardo IV re d'Inghilterra]]
[[Edoardo IV d'Inghilterra]] era tutto fuorché un uomo fedele ed era rinomato per il numero di amanti che aveva avuto e la più famosa di esse era stata [[Jane Shore]]. Edoardo sposò Elisabetta in una cerimonia segreta e anche se la data certa non è mai stata appurata la tradizione vuole che essa abbia avuto luogo presso la casa di lei nel Northamptonshire il il [[1º maggio]] [[1464]]<ref>Robert Fabian, The New Chronicles of England and France, ed. Henry Ellis (London: Rivington, 1811)</ref>. All'inizio le nozze rimasero segrete<ref name="quns.cam.ac.uk"/> in quanto erano in corso in quel periodo delle trattative di pace con la Francia, che prevedevano di dare una delle parenti di Margherita d'Angiò, moglie del deposto Enrico VI, in sposa al re Edoardo, tanto che l'incoronazione di Elisabetta avvenne il giorno dell'[[Ascensione di Gesù]] il [[26 maggio]] [[1465]] più di un anno dopo le nozze.
+
[[Edoardo IV d'Inghilterra]] era tutto fuorché un uomo fedele ed era rinomato per il numero di amanti che aveva avuto e la più famosa di esse era stata [[Jane Shore]]. Edoardo sposò Elisabetta in una cerimonia segreta e anche se la data certa non è mai stata appurata la tradizione vuole che essa abbia avuto luogo presso la casa di lei nel Northamptonshire il [[1º maggio]] [[1464]]<ref>Robert Fabian, The New Chronicles of England and France, ed. Henry Ellis (London: Rivington, 1811)</ref>. All'inizio le nozze rimasero segrete<ref name="quns.cam.ac.uk"/> in quanto erano in corso in quel periodo delle trattative di pace con la Francia, che prevedevano di dare una delle parenti di Margherita d'Angiò, moglie del deposto Enrico VI, in sposa al re Edoardo, tanto che l'incoronazione di Elisabetta avvenne il giorno dell'[[Ascensione di Gesù]] il [[26 maggio]] [[1465]] più di un anno dopo le nozze.
 
Edoardo all'epoca era re da soli quattro anni e aveva solo ventitré anni, per cui aveva governato aiutato da un ristretto circolo di uomini fidati fra cui spiccava [[Richard Neville, XVI conte di Warwick]] che all'epoca stava, appunto, contrattando un matrimonio con una principessa francese. La notizia che il re aveva sposato una donna di natali relativamente umili e per di più vedova di un lancastriano gettò Warwick nell'imbarazzo, tanto più che Edoardo a lui doveva molto poiché era stato grazie al suo aiuto che egli aveva potuto avere la corona. Il rapporto fra i due si guastò irreparabilmente. Elisabetta portò a corte con sé tutta una serie di fratelli e sorelle che vennero presto maritati nelle famiglie più influenti d'[[Inghilterra]]<ref>Ralph A. Griffiths, "The Court during the Wars of the Roses". In Princes Patronage and the Nobility: The Court at the Beginning of the Modern Age, cc. 1450–1650. Edited by Ronald G. Asch and Adolf M. Birke. New York: Oxford University Press</ref>. I conti di Essex, Kent e Pembroke andarono in sposi alle sorelle di Elisabetta senza che le parti rilevassero in seguito un qualche motivo di rimpianto, una delle sorelle, Catherine Woodville, Duchessa di Buckingham ([[1458]] circa-[[18 maggio]] [[1497]]) sposò [[Henry Stafford, II duca di Buckingham]] che dopo la morte di Edoardo IV si schierò contro la cognata al fianco di [[Riccardo III d'Inghilterra|Riccardo di Gloucester]]. Uno dei suoi fratelli, il ventenne John Woodville ([[1444]] circa-[[12 agosto]] [[1469]]) sposò la ricchissima e già due volte vedova Katherine Neville, Duchessa di Norfolk ([[1400]] circa-dopo il [[1483]]) di più di quarant'anni maggiore di lui. L'ascesa dei Woodville e in particolare di [[Antonio Woodville]] cominciò a soverchiare l'influenza e il potere di Warwick che prese a complottare con il fratello minore di Edoardo, [[Giorgio Plantageneto, I duca di Clarence]]. In quello stesso periodo la madre di Elisabetta venne accusata di stregoneria e rilasciata solo un anno dopo nel [[1470]], il [[1469]] fu portatore anche dell'aperta ribellione di Warwick e Clarence che sfidarono il re in battaglia. I due eserciti si affrontarono alla battaglia diEdgecote Moor, la vittoria fu di Warwick ma questi non riuscì a spodestare Edoardo che intanto aveva chiesto aiuto a [[Riccardo di Gloucester]]. Sconfitti Warwick e Clarence fuggirono in [[Francia]] dove si allearono con Margherita d'Angiò, i due eserciti congiunti invasero l'Inghilterra, Edoardo dovette riparare nelle [[Fiandre]] ed [[Enrico VI d'Inghilterra]] fu rimesso sul trono. Edoardo tuttavia era tutt'altro che sconfitto, nella primavera del [[1471]] tornò in patria ed affrontò i Lancaster e Warwick alla [[Battaglia di Barnet]], dove Warwick trovò la morte e poco dopo alla [[Battaglia di Tewksbury]] dove perse la vita [[Edoardo di Lancaster]], unico figlio di Margherita ed Enrico. Edoardo riprese il trono ed Enrico VI morì poco dopo alla [[Torre di Londra]].
 
Edoardo all'epoca era re da soli quattro anni e aveva solo ventitré anni, per cui aveva governato aiutato da un ristretto circolo di uomini fidati fra cui spiccava [[Richard Neville, XVI conte di Warwick]] che all'epoca stava, appunto, contrattando un matrimonio con una principessa francese. La notizia che il re aveva sposato una donna di natali relativamente umili e per di più vedova di un lancastriano gettò Warwick nell'imbarazzo, tanto più che Edoardo a lui doveva molto poiché era stato grazie al suo aiuto che egli aveva potuto avere la corona. Il rapporto fra i due si guastò irreparabilmente. Elisabetta portò a corte con sé tutta una serie di fratelli e sorelle che vennero presto maritati nelle famiglie più influenti d'[[Inghilterra]]<ref>Ralph A. Griffiths, "The Court during the Wars of the Roses". In Princes Patronage and the Nobility: The Court at the Beginning of the Modern Age, cc. 1450–1650. Edited by Ronald G. Asch and Adolf M. Birke. New York: Oxford University Press</ref>. I conti di Essex, Kent e Pembroke andarono in sposi alle sorelle di Elisabetta senza che le parti rilevassero in seguito un qualche motivo di rimpianto, una delle sorelle, Catherine Woodville, Duchessa di Buckingham ([[1458]] circa-[[18 maggio]] [[1497]]) sposò [[Henry Stafford, II duca di Buckingham]] che dopo la morte di Edoardo IV si schierò contro la cognata al fianco di [[Riccardo III d'Inghilterra|Riccardo di Gloucester]]. Uno dei suoi fratelli, il ventenne John Woodville ([[1444]] circa-[[12 agosto]] [[1469]]) sposò la ricchissima e già due volte vedova Katherine Neville, Duchessa di Norfolk ([[1400]] circa-dopo il [[1483]]) di più di quarant'anni maggiore di lui. L'ascesa dei Woodville e in particolare di [[Antonio Woodville]] cominciò a soverchiare l'influenza e il potere di Warwick che prese a complottare con il fratello minore di Edoardo, [[Giorgio Plantageneto, I duca di Clarence]]. In quello stesso periodo la madre di Elisabetta venne accusata di stregoneria e rilasciata solo un anno dopo nel [[1470]], il [[1469]] fu portatore anche dell'aperta ribellione di Warwick e Clarence che sfidarono il re in battaglia. I due eserciti si affrontarono alla battaglia diEdgecote Moor, la vittoria fu di Warwick ma questi non riuscì a spodestare Edoardo che intanto aveva chiesto aiuto a [[Riccardo di Gloucester]]. Sconfitti Warwick e Clarence fuggirono in [[Francia]] dove si allearono con Margherita d'Angiò, i due eserciti congiunti invasero l'Inghilterra, Edoardo dovette riparare nelle [[Fiandre]] ed [[Enrico VI d'Inghilterra]] fu rimesso sul trono. Edoardo tuttavia era tutt'altro che sconfitto, nella primavera del [[1471]] tornò in patria ed affrontò i Lancaster e Warwick alla [[Battaglia di Barnet]], dove Warwick trovò la morte e poco dopo alla [[Battaglia di Tewksbury]] dove perse la vita [[Edoardo di Lancaster]], unico figlio di Margherita ed Enrico. Edoardo riprese il trono ed Enrico VI morì poco dopo alla [[Torre di Londra]].
 
Durante la fuga di Edoardo Elisabetta si era rifugiata presso l'[[Abbazia di Westminster]] chiedendo asilo come da usanza, lì aveva partorito il primo figlio maschio [[Edoardo V d'Inghilterra|Edoardo]].
 
Durante la fuga di Edoardo Elisabetta si era rifugiata presso l'[[Abbazia di Westminster]] chiedendo asilo come da usanza, lì aveva partorito il primo figlio maschio [[Edoardo V d'Inghilterra|Edoardo]].